Domenica 8 luglio 2001, ore 19.30

Acerra, Chiesa dell’Annunziata

MONODIE E RECITAR CANTANDO TRA FIRENZE E ROMA NEL ‘600

Marco da Gagliano (Gagliano, Firenze, 1582 – Firenze, 1643)
Aria “Pastor levate sù” (da Musiche a 1, 2 e 3 voci, Venezia, 1615)

Vincenzo Galilei (Firenze, ca 1520 – ivi, 1591)
Recerare XI (da Fronimo, Dialogo, Firenze 1684)

Emilio de’ Cavalieri (Roma, ca 1550 – ivi, 1602)
Aria della “Vita Mondana”

Giulio Caccini (Tivoli, ca 1550 – Firenze, 1618)
“Amor che attendi” (Nuove musiche e nuova maniera di scriverle, 1614)

Girolamo Frescobaldi (Ferrara, 1583 – Roma, 1643)
“Partite sopra folia” (Toccate e partite…, libro I, 1615)

Francesca Caccini (Firenze, 1581 – ?)
“O che nuovo stupor” (Il primo libro delle musiche, 1618)

Sigismondo d’India (Palermo,ca 1580 – ? Modena, 1629)
Amico hai vinto (Le musiche …, libro IV, 1621)

Oratio Mihi (Alife, Caserta, 1594-95, Roma, 1641)
“Sonetto del papa Urbano VIII sopra Christo crocifisso” (inedito, Roma, Bibl. Casanatense 2474)

Luigi Rossi (Torremaggiore, Foggia, 1598 – Roma, 1653)
“Mio ben teco ‘l tormento” canzona (British Library, Harley MS 1501, fol. 33v)

Giacomo Carissimi (Marino, Roma, 1605 – Roma, 1674)
Dunque degli’horti miei cantata

Elena Polito soprano
Pietro Di Lorenzo cembalo

Precedente Domenica 29 luglio 2001, ore 20.00 Successivo Domenica 16 giugno 2002, ore 19.45